Corte Ue conferma: definire il matrimonio come un'unione tra un uomo e una donna non è discriminatorio
24/11/2016

SENTENZA DELLA CORTE (Prima Sezione)

nella causa C‑443/15

David L. Parris contro Trinity College Dublin et al.

 

24 novembre 2016

 

§§ 58-59:

 

"… lo stato civile e le prestazioni che ne derivano costituiscono materie rientranti nella competenza degli Stati membri e (…) il diritto dell’Unione non pregiudica tale competenza.

(…)

Gli Stati membri sono dunque liberi di prevedere o meno il matrimonio per persone del medesimo sesso o una forma alternativa di riconoscimento legale della loro relazione, nonché, eventualmente, di prevedere la data dalla quale decorreranno gli effetti di un tale matrimonio o di una tale forma alternativa."

Fare un dono
Più sostegno finanziario si riceve, più si può fare per il matrimonio e la famiglia.